Vai al contenuto pricipale
Oggetto:
Oggetto:

Antropologia della musica (Crediti percorso 24 CFU Insegnamento Scuola Secondaria)

Oggetto:

Anthropology of Music

Oggetto:

Anno accademico 2019/2020

Codice attività didattica
STU0463
Docente
Jacopo Tomatis (Titolare del corso)
Corso di studio
laurea magistrale in CAM
Anno
1° anno
Tipologia
Caratterizzante
Crediti/Valenza
6
Crediti percorso 24 CFU
6
SSD attività didattica
L-ART/08 - etnomusicologia
Erogazione
Tradizionale
Lingua
Italiano
Frequenza
Facoltativa
Tipologia esame
Orale
Oggetto:

Sommario del corso

Oggetto:

Obiettivi formativi

 

Scopo del corso è di fornire agli studenti strumenti metodologici e critici per la comprensione e la problematizzazione della presenza dei suoni e della musica nel mondo contemporaneo dal punto di vista culturale, mirando a una formazione capace di promuovere la comprensione dei fenomeni in forma trasversale a diversi approcci disciplinari, tra cui la musicologia, la semiologia della musica, l’antropologia culturale.

 

The course aims to provide the metholodogical and critical tools to comprehend and problematise the presence of sound and music in the contemporary world. Different phenomena will be analysed from different methodological perspectives, including anthropological, musicological e semiotic approaches.

 

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

 

Lo studente dovrà essere in grado di comprendere i presupposti teorici e metodologici dello studio della musica in una prospettiva culturale, e dimostrare di saper problematizzare con spirito critico quanto appreso.

Students must master the main theoretical and methodological issues for studying music in a cultural perspective; and demonstrate their ability to engage critically with the main topics of the course.  

Oggetto:

Programma

Partendo dall’inquadramento generale e dalla problematizzazione dello studio della musica in prospettiva antropologico-culturale, il corso proporrà una serie di casi di studio, attraverso la lettura di saggi brevi, l'ascolto di registrazioni e la visione di documentari e altri materiali audiovisivi.

Particolare attenzione sarà riservata al caso italiano, e all'analisi di fenomeni quali il revival e la rielaborazione/ri-mediazione delle musiche “popolari” nel corso del Novecento e nell'epoca contemporanea (con approfondimento sul caso della "taranta").

The course will move from a general contextualisation of the study of music in an anthropological/cultural perspective; case studies will be analysed through essays, recordings and audio-visual material.

A special attention will be devoted to the Italian case, and to the analysis of the folk music revival and the re-mediation of Italian folk music in the XX and XXI century (with in-depth analysis of the "taranta" case).

Oggetto:

Modalità di insegnamento

 

Il corso avrà carattere seminariale. Saranno proposte di volta in volta delle letture da svolgere a casa; le lezioni partiranno dalla discussione su quanto letto, e prevederanno l’ascolto e la visione di vari materiali (documentari, registrazioni storiche, filmati eccetera).

È dunque richiesta una frequenza assidua e partecipata

 

The course will be organised as a seminar. Students will be asked to read the provided essays in advance. Lectures will discuss the essays, and will include audio-visual examples.

A regular and active attendance is thus requested.

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

 

Colloquio orale conclusivo sugli argomenti svolti a lezione. Per i non frequentanti, colloquio orale a partire dai testi d’esame.

 

Oral discussion on the main topics of the course. For non-attending students, oral examination on a selected bibliography.

Oggetto:

Testi consigliati e bibliografia

 

  • Alan Merriam, Antropologia della musica, Palermo, Sellerio, 1990

Studio seminariale di una selezione dei seguenti saggi, il cui elenco verrà aggiornato all'inizio delle lezioni [ATTENZIONE: elenco non definitivo e in aggiornamento].

  • Christopher Small, «Prelude: Music and Musicking», Musicking, Wesleyan University Press, Middletown CT, 1998, pp. 1-18.
  • Steven Feld, 1984, «Communication, Music, and Speech about Music», Yearbook for Traditional Music 16, pp. 1‐18.
  • Marcello Sorce Keller, «Piccola filosofia del revival», La musica folk, a cura di Goffredo Plastino, il Saggiatore, Milano, 2016, pp. 59-106.
  • Jacopo Tomatis, «La “nuova canzone” e il folk revival. Narrazioni, intrecci e scontri di generi musicali negli anni sessanta e settanta», La musica folk, a cura di Goffredo Plastino, il Saggiatore, Milano, 2016, pp. 1059-1082.
  • Flavia Gervasi, «La notte della taranta, o degli infiniti modi di produzione della località», La musica folk, a cura di Goffredo Plastino, il Saggiatore, Milano, 2016, pp. 1193-1212.
  • Francesco Giannattasio, «Etnomusicologia, “musica popolare” e folk revival in Italia: il futuro non è più quello di una volta», AAA TAC, Acoustical Arts and Artifacts. Technology, Aesthetics, Communication 8, 2011, pp. 65‐86.

I non frequentanti sono invitati a contattare il docente nel periodo del corso per l'elenco definitivo dei materiali.

 

For an English bibliography, please contact the teacher.

Oggetto:

Corsi che mutuano questo insegnamento

Oggetto:

AppelliV

 DataOreEsame
  • 17/06/2019 10:00 Orale
    Registrazione
  • Aperta
    Oggetto:
    Ultimo aggiornamento: 02/09/2019 14:38
    Location: https://cinema.campusnet.unito.it/robots.html
    Non cliccare qui!