Vai al contenuto pricipale
Oggetto:
Oggetto:

Teorie del teatro

Oggetto:

Theatre theories

Oggetto:

Anno accademico 2018/2019

Codice attività didattica
STU0396
Docente
Massimo Lenzi (Titolare del corso)
Corso di studio
laurea magistrale in CAM
Anno
1° anno,
Periodo didattico
Secondo semestre
Tipologia
Caratterizzante
Crediti/Valenza
6
SSD attività didattica
L-ART/05 - discipline dello spettacolo
Erogazione
Tradizionale
Lingua
Italiano
Frequenza
Facoltativa
Tipologia esame
Orale
Prerequisiti
L’insegnamento prevede un’adeguata conoscenza della storia dello spettacolo teatrale.

Precondition of the course is an adequate knowledge of the history of theatre.
Oggetto:

Sommario del corso

Oggetto:

Obiettivi formativi

Il corso si ripromette di fornire gli elementi di conoscenza storica e filosofica di alcune delle principali teorie sul teatro e sull'attore emerse tra Otto e Novecento, essenziali per completare teoricamente il percorso formativo specialistico degli studi di spettacolo. L'insegnamento privilegerà l'incremento della conoscenza e capacità di comprensione teorica, dell'autonomia di giudizio, delle abilità comunicative in relazione alla capacità di apprendere.

The course is intended to provide the notions of historical and philosophical knowledge of the essential  theories and poetics of performance and acting worked out in XIX-XX centuries, with particular regard to modern drama, i.e. significant theories to integrate notionally the specialized educational path about performing arts. The course will privilege the increase of knowledge and theoretical understanding; making judgements; communication skills and learning skills.

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Al termine del corso lo studente dovrà mostrare di aver acquisito conoscenze e capacità di apprendimento e comprensione relative alle premesse teoriche del teatro moderno e contemporaneo, manifestando nella loro esposizione adeguate autonomia di giudizio e abilità comunicative.

Students will have to show they have acquired knowledge and skills of learning and understanding of theoretical basis and dynamics concerning modern and contemporary theatre; they will have to expound them with adequate independence of judgment and communication skills.

Oggetto:

Programma

Critiche radicali e rifondazioni dello spettacolo drammatico tardo-ottocentesco e primo-novecentesco

Il corso consisterà nell'esposizione, commento e messa in relazione dei testi di alcuni tra i principali teorici del teatro tra lo scorcio finale dell'Ottocento e i primi decenni del Novecento (in particolare Zola, Brahm, Jullien, Maeterlinck, Jarry, Stanislavskij, Mejerchol'd, Vachtangov).

Radical criticism and new foundations of dramatic theatre in late 19th and early 20th centuries

The course will provide an exposition, analysis and some correlations between theoretical-theatrical essays of Zola, Brahm, Jullien, Maeterlinck, Jarry, Stanislavskij, Mejerchol'd, Vachtangov and others.

Oggetto:

Modalità di insegnamento

Lezioni frontali della durata di 36 ore complessive (6 CFU)

Il corso è introdotto esponendo una variante didattica della strategia del PAMOR (Presentazione, Aspettative, Metodo, Obiettivi, Regole/Risultati), che consente allo studente effettivamente frequentante sia di valutare in progress l'attuazione del percorso proposto e i suoi feedback di gruppo che di organizzare il colloquio orale in sede di esame come sintesi autonoma dei contenuti elaborati collettivamente.

Class of 36 hours (6 CFU)

The course is introduced by exposing the teaching strategy of PAMOR (Italian for Presentation, Expectations, Method, Targets, Rules/Results), which allows students who actually attend classes to evaluate their progress in the implementation of the proposed route and its feedback within the class group, contributing to structure the examination interview as a personal synthesis of collectively processed matters

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

Conoscenze e capacità previste saranno verificate attraverso un colloquio orale, il cui contesto varierà a seconda che lo studente scelga di portare il programma come FREQUENTANTE o NON-FREQUENTANTE: nel primo caso (FREQUENTANTE) esso consisterà nei contenuti esposti nel corso, integrato con le conoscenze generali fornite dalla relativa bibliografia di riferimento; nel secondo caso (NON-FREQUENTANTE) il conseguimento di tali conoscenze e capacità dovrà essere dimostrato in un colloquio imperniato ESCLUSIVAMENTE sulla relativa bibliografia.

Le differenze tra i due percorsi sono esplicitate qui di seguito alla voce "Testi consigliati e bibliografia".

In entrambi i casi, la preparazione sarà considerata adeguata (con votazione espressa in trentesimi), se lo studente dimostrerà adeguate competenze teoriche e storico-critiche, nonché capacità di applicare conoscenza e comprensione, nell'ambito del rapporto tra teorie e prassi teatrali nel periodo preso in esame e nei decenni successivi.

The students will show their knowledge and abilities as a result of an oral interview, which will be held according to the procedures exposed below (see "Testi consigliati e bibliografia") depending

on whether the student has actually attended the course.

ATTENDING students will be required to relate their understanding of the conceptual framework the course is based upon, supplemented by general knowledge from specific bibliographical references; NON-ATTENDING students will have to show their acquired knowledge and skills through an interview EXCLUSIVELY focused on their knowledge and understanding of definite bibliographical references.

Anyway, students will be judged to have attained adequate results (from 18/30 to 30/30) if they will show theoretical and historical-critical abilities, as well as skills in applying their knowledge and understanding to the correlation between theatrical theories and praxis in late 19th through

21th  centuries.

Oggetto:

Testi consigliati e bibliografia

STUDENTI FREQUENTANTI

Per i FREQUENTANTI l'esame verterà sui contenuti del corso, non sostituibili con letture specifiche, ma da integrare con la conoscenza dei dati specifici e delle prospettive storico-teoriche esposte dai testi seguenti:

Silvia Carandini, La melagrana spaccata. L'arte del teatro in Francia, Valerio Levi, Roma 1988 (limitatamente ai capitoli relativi a Zola, Jullien, Maeterlinck, Jarry);

Mara Fazio, Lo specchio, il gioco e l'estasi. La regia teatrale in Germania dai Meininger a Jessner (1874-1933), Valerio Levi, Roma 1988 (limitatamente ai capitoli relativi ai Meininger, Brahm e Reinhardt),

più UN VOLUME A SCELTA tra i seguenti:

Adolphe Appia, Attore, musica e scena, Cue Press, Imola (BO) 2015 [o altre edizioni];

Antonin Artaud, Il teatro e il suo doppio, Einaudi, Torino 2000 [o altre edizioni];

Bertolt Brecht, Scritti teatrali, Torino, Einaudi, 2001 [o altre edizioni];

Edoardo Giovanni Carlotti, Teorie e visioni dell'esperienza "teatrale". L'arte performativa tra natura e culture, aAccademia university press, Torino 2014;

Edward Gordon Craig, L'arte del teatro. Il mio teatro, Cue Press, Imola (BO) 2016 [o altre edizioni];

Mel Gordon, Il sistema di Stanislavskij. Dagli esperimenti del Teatro d'Arte alle tecniche dell'Actors Studio, Marsilio, Venezia 2001;

Lorenzo Mango, L'officina teorica di Edward Gordon Craig, Titivillus, Corazzano (PI) 2015;

Manlio Marinelli, Aristotele teorico dello spettacolo, Edizioni di pagina, Bari 2018;

Manlio Marinelli, Aristotele teorico dello spettacolo

Vsevolod Mejerchol'd [Meyerhold], La rivoluzione teatrale, Editori Riuniti, Roma 2001 [o altre edizioni];

Vsevolod Mejerchol'd, L'ottobre teatrale 1918-1939, Feltrinelli, Milano 1977 [o edizioni successive];

Franco Perrelli, Poetiche e teorie del teatro, Carocci, Roma 2015;

Roberto Tessari, Teatro e avanguardie storiche, Laterza, Roma-Bari, 2005.

 

STUDENTI NON FREQUENTANTI

Lo studente NON FREQUENTANTE dovrà invece mostrare di avere autonomamente acquisito un'apprezzabile conoscenza e capacità di orientamento in merito alle principali tematiche della disciplina e di saper esercitare tali competenze nell'analisi di alcune tra le principali teorie teatrali, scopi che potrà raggiungere con uno studio sistematico e approfondito di TRE TESTI A SCELTA della seguente bibliografia, sulla quale verterà ESCLUSIVAMENTE il colloquio d'esame:

Adolphe Appia, Attore, musica e scena, Cue Press, Imola (BO) 2015 [o altre edizioni];

Antonin Artaud, Il teatro e il suo doppio, Einaudi, Torino 2000 [o altre edizioni];

Bertolt Brecht, Scritti teatrali, Torino, Einaudi, 2001 [o altre edizioni];

Silvia Carandini, La melagrana spaccata. L'arte del teatro in Francia, Valerio Levi, Roma 1988; 

Edoardo Giovanni Carlotti, Teorie e visioni dell'esperienza "teatrale". L'arte performativa tra natura e culture, aAccademia university press, Torino 2014;

Edward Gordon Craig, L'arte del teatro. Il mio teatro, Cue Press, Imola (BO) 2016 [o altre edizioni];

Mara Fazio, Lo specchio, il gioco e l'estasi. La regia teatrale in Germania dai Meininger a Jessner (1874-1933), Valerio Levi, Roma 1988;

Mel Gordon, Il sistema di Stanislavskij. Dagli esperimenti del Teatro d'Arte alle tecniche dell'Actors Studio, Marsilio, Venezia 2001;

Lorenzo Mango, L'officina teorica di Edward Gordon Craig, Titivillus, Corazzano (PI) 2015;

Manlio Marinelli, Aristotele teorico dello spettacolo, Edizioni di pagina, Bari 2018;

Vsevolod Mejerchol'd [Meyerhold], La rivoluzione teatrale, Editori Riuniti, Roma 2001 [o altre edizioni];

Vsevolod Mejerchol'd, L'ottobre teatrale 1918-1939, Feltrinelli, Milano 1977 [o edizioni successive];

Franco Perrelli, Poetiche e teorie del teatro, Carocci, Roma 2015;

Roberto Tessari, Teatro e avanguardie storiche, Laterza, Roma-Bari, 2005.

 

ATTENDING

NB: The interview with ATTENDING STUDENTS will focus on the content of the course and cannot be substituted with specific literature, but must be integrated with the knowledge of the specific data and historical-theoretical perspectives presented in the following references:

Silvia Carandini, La melagrana spaccata. L'arte del teatro in Francia, Valerio Levi, Roma 1988 (limitatamente ai capitoli relativi a Zola, Jullien, Maeterlinck, Jarry);

Mara Fazio, Lo specchio, il gioco e l'estasi. La regia teatrale in Germania dai Meininger a Jessner (1874-1933), Valerio Levi, Roma 1988 (limitatamente ai capitoli relativi ai Meininger, Brahm e Reinhardt),

plus ONE AMONG THE FOLLOWING WORKS:

Adolphe Appia, Attore, musica e scena, Cue Press, Imola (BO) 2015 [any edition];

Antonin Artaud, Il teatro e il suo doppio, Einaudi, Torino 2000 [any edition];

Bertolt Brecht, Scritti teatrali, Torino, Einaudi, 2001 [any edition];

Edoardo Giovanni Carlotti, Teorie e visioni dell'esperienza "teatrale". L'arte performativa tra natura e culture, aAccademia university press, Torino 2014;

Edward Gordon Craig, L'arte del teatro. Il mio teatro, Cue Press, Imola (BO) 2016 [any edition];

Mel Gordon, Il sistema di Stanislavskij. Dagli esperimenti del Teatro d'Arte alle tecniche dell'Actors Studio, Marsilio, Venezia 2001;

Lorenzo Mango, L'officina teorica di Edward Gordon Craig, Titivillus, Corazzano (PI) 2015;

Manlio Marinelli, Aristotele teorico dello spettacolo, Edizioni di pagina, Bari 2018;

Vsevolod Mejerchol'd [Meyerhold], La rivoluzione teatrale, Editori Riuniti, Roma 2001 [any edition];

Vsevolod Mejerchol'd, L'ottobre teatrale 1918-1939, Feltrinelli, Milano 1977 [any edition];

Franco Perrelli, Poetiche e teorie del teatro, Carocci, Roma 2015;

Roberto Tessari, Teatro e avanguardie storiche, Laterza, Roma-Bari, 2005.

 

NON-ATTENDING

NB: The NON-ATTENDING STUDENTS will be required to show an appreciable independently acquired knowledge and skills on the main issues of the program. These purposes can be attained with a thorough and systematic study of THREE WORKS AMONG THE FOLLOWING ITEMS, which the exam interview will focus ONLY upon:

Adolphe Appia, Attore, musica e scena, Cue Press, Imola (BO) 2015 [any edition];

Antonin Artaud, Il teatro e il suo doppio, Einaudi, Torino 2000 [any edition];

Bertolt Brecht, Scritti teatrali, Torino, Einaudi, 2001 [any edition];

Silvia Carandini, La melagrana spaccata. L'arte del teatro in Francia, Valerio Levi, Roma 1988;  Edoardo Giovanni Carlotti, Teorie e visioni dell'esperienza "teatrale". L'arte performativa tra natura e culture, aAccademia university press, Torino 2014;

Edoardo Giovanni Carlotti, Teorie e visioni dell'esperienza "teatrale". L'arte performativa tra natura e culture, aAccademia university press, Torino 2014;

Edward Gordon Craig, L'arte del teatro. Il mio teatro, Cue Press, Imola (BO) 2016 [any edition];

Mara Fazio, Lo specchio, il gioco e l'estasi. La regia teatrale in Germania dai Meininger a Jessner (1874-1933), Valerio Levi, Roma 1988;

Mel Gordon, Il sistema di Stanislavskij. Dagli esperimenti del Teatro d'Arte alle tecniche dell'Actors Studio, Marsilio, Venezia 2001;

Lorenzo Mango, L'officina teorica di Edward Gordon Craig, Titivillus, Corazzano (PI) 2015;

Manlio Marinelli, Aristotele teorico dello spettacolo, Edizioni di pagina, Bari 2018;

Vsevolod Mejerchol'd [Meyerhold], La rivoluzione teatrale, Editori Riuniti, Roma 2001 [any edition];

Vsevolod Mejerchol'd, L'ottobre teatrale 1918-1939, Feltrinelli, Milano 1977 [any edition];

Franco Perrelli, Poetiche e teorie del teatro, Carocci, Roma 2015;

Roberto Tessari, Teatro e avanguardie storiche, Laterza, Roma-Bari, 2005.

Oggetto:

Note

 Si sottolinea la radicale diversità del percorso di apprendimento dei contenuti a seconda che si scelga di frequentare o meno il corso.

 An emphasis must be put on the radical diversity of the learning, according to whether or not you choose to attend the course.

 

Oggetto:

Corsi che mutuano questo insegnamento

Oggetto:

Orario lezioniV

GiorniOreAula
Lunedì16:00 - 18:00
Martedì16:00 - 18:00Aula 23 Palazzo Nuovo - Piano primo
Mercoledì16:00 - 18:00Aula 23 Palazzo Nuovo - Piano primo

Lezioni: dal 29/04/2019 al 11/06/2019

Registrazione
  • Chiusa
    Apertura registrazione
    01/09/2018 alle ore 12:00
    Chiusura registrazione
    30/06/2019 alle ore 12:00
    Oggetto:
    Ultimo aggiornamento: 18/04/2019 11:11
    Non cliccare qui!